Rito abbreviato quando conviene

Rito abbreviato quando conviene

Il rito abbreviato è una scelta dell’imputato e consiste nell’essere processato allo stato dei fatti, cioè sulla base delle indagini svolte dalla polizia senza sentire testimoni o cercare prove ulteriori.

Quando conviene scegliere il Rito abbreviato?

Anche in questo caso i tempi del processo sono più snelli e veloci e a favore del trasgressore sta il fatto che otterrà, per aver scelto il rito abbreviato, lo sconto di un terzo della pena.

Ovviamente chi sceglie il rito abbreviato è: o l’imputato che presenta una difesa debole e quindi verrà sicuramente condannato, o chi ha a suo favore prove misere e insignificanti.

Il giudice non può rifiutarsi di accettare di processare il condannato con rito abbreviato, dovendo poi emettere anche un giudizio immediato penale a cui verranno scontati un terzo degli anni di reclusione.

Anche per altre cause come con la negoziazione assistita o il divorzio breve l’iter parlamentare è stato abbreviato e snellito.

Vedi Anche:  Braccialetto Elettronico per Detenuti: come funziona?
Chiudi il menu