MUD Rifiuti: Normative e Sanzioni
MUD Rifiuti: Normative e Sanzioni

Il m.u.d è un documento relativo al mondo dei rifiuti che riguarda da vicino produttori e gestori. Si tratta del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, una comunicazione che viene presentata ogni anno da enti e imprese per indicare la quantità e la tipologia di rifiuti che hanno gestito nel corso dell’anno precedente.

Questo documento deve essere inviato telematicamente alla Camera di Commercio attraverso un portale dedicato, è quindi utile essere in possesso di una firma digitale.

La compilazione del documento va fatta in base alla tipologia dei rifiuti prodotti:

  • Comunicazione Rifiuti
  • Comunicazione Imballaggi
  • Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  • Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione
  • Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Per compilare correttamente la dichiarazione sarà necessario saper distinguere e attribuire correttamente i codici cer, ovvero i codici che identificano il tipo di rifiuto classificandosi per settore di provenienza e lavorazione.

Se vuoi maggiori informazioni sui codici cer, sullo smaltimento o sulla compilazione dei moduli relativi al mondo dei rifiuti come il mud telematico, puoi visitare il sito di Adf Trasporti, un’azienda leader del settore che si occupa da anni di trasporto e smaltimento rifiuti a Roma.

MUD Rifiuti: Chi Deve Compilarlo?

Il MUD riguarda principalmente tre categorie di persone:

  • Produttori iniziali e nuovi produttori di rifiuti: fanno parte di questa categoria i produttori di rifiuti pericolosi e le aziende con più di dieci dipendenti che producono rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali o artigianali, da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, come anche fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi.
  • Gestori di rifiuti (attività di smaltimento e recupero)
  • Chi effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti

Sono invece esentati dalla compilazione del mud dei rifiuti ad esempio:

  • Le imprese che non producono rifiuti pericolosi
  • I soggetti che si affidano al servizio pubblico per il ritiro e lo smaltimento dei rifiuti prodotti dalla loro attività
  • Chi trasporta esclusivamente i propri rifiuti non pericolosi
  • Le imprese che esercitano attività di demolizione, costruzione, commercio o servizio e producono rifiuti non pericolosi
m.u.d rifiuti

Sarà bene assicurarsi in quale categoria rientra la propria attività per procedere o meno all’invio del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale. Nel caso di mancata o inesatta dichiarazione si rischiano salate sanzioni. Quali?

M.U.D. Rifiuti: Le Sanzioni

Compilare correttamente il M.U.D dei rifiuti è di fondamentale importanza non solo per promuovere il controllo sulla gestione dei rifiuti e sulle attività ad essi legate, ma anche perché un errore nella stesura potrebbe comportare pesanti sanzioni.

Vedi Anche:  Punteggio Legge 104

Chi non riesce a inviare la comunicazione nei tempi stabiliti, infatti, rischia di incorrere in una sanzione che va dai 26 ai 160 euro e questo se il ritardo non supera sessanta giorni dalla data di scadenza. Per chi invece supera i sessanta giorni di ritardo o per chi invia la comunicazione in modo incompleto le sanzioni amministrative possono raggiungere anche i 15.500 euro.

Chiudi il menu