Tatoo Fascista: un tatuaggio per il fascismo

Tatoo Fascista: un tatuaggio per il fascismo

C’è qualcuno che per nostalgia, per amore, per ignoranza o per noncuranza vuole farsi tatuaggi che inneggiano il ventennio fascista. Si vedono in giro tatuaggi fascisti che vanno dal ritratto di Mussolini alla scritta latina DUX, oltre ai tattoo del duce alla svastica, ci sono tanti altri riferimenti alla dittatura e al suo dittatore.

Cosa significa avere un tatuaggio Fascista?

L’apologia del fascismo, nell’ordinamento giuridico italiano scritto nella Costituzione, è un reato previsto dall’art. 4 della legge Scelba. La legge n. 645/1952 sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.

I tatuaggi fascisti rientrano tra le forme di apologia del fascismo? I tatoo fascisti sono un reato in Italia posso avere conseguenza giuridiche?

Sono molti quelli che vogliono togliere tatuaggi che ricordano ideologie errate, sono segni di un passato redento oppure ti identificano come appartenente ad un movimento filonazista o fascista perché si sa in Italia, come nel ersto del mondo, “l’abito fa il monaco”.

 

Vedi Anche:  Come Eliminare Larve di Mosca Carnaria?
Chiudi il menu