Reato Falsificazione Firma: cosa si rischia?

Reato Falsificazione Firma: cosa si rischia?

Falsificare una firma è reato?

Ebbene SI falsificare una firma, se questa è destinata ad un atto pubblico E’ REATO.

Dalle giustificazioni scolastiche alla firma sugli assegni, dall’accettazione di una raccomandata alla firma su di un contratto, se si firma al posto do un’altra persona questo è da considerarsi un reato.

Discorso diverso per la copia di una firma su una scrittura privata, da qualche tempo (con il decreto 7/2016) questa azione non costituisce reato e pertanto non è più perseguibile chi chi falsifica la firma su un documento personale.

Reato Contraffazione Firma in Atto Privato

Grazie al decreto legislativo 7/2016 sono stati depenalizzati 40 casi di falso in scrittura privata. Niente reclusione e condanna penale per chi fa una firma falsa su un documento privato (cioè non indirizzato alla Pubblica Amministrazione e in assenza di un pubblico ufficiale), il quale sarà comunque soggetto ad una sanzione.

Cosa rischia chi riceve una denuncia per firma falsa in una scrittura privata?

In caso di falsificazione di una firma il giudice dopo aver accertato la falsificazione dell’atto privato può applicare una sanzione che la parte interessata dovrà pagare allo Stato.

Per questo illecito civile la sanzione comminata può essere molto elevata, si può arrivare anche a 16000 € di multa.

Inoltre, nel caso la firma falsa abbia provocato un danno a terzi, il giudice può prevedere come risarcimento del danno il pagamento di una certa ulteriore somma.

Atto pubblico: firma falsa codice penale

Se davanti ad un pubblico ufficiale o su di un documento ufficiale si appone una firma falsa? in questo caso il reato di firma falsa va al codice penale. Le conseguenza sono diverse a seconda di chi commette il reato:

  • se è lo stesso pubblico ufficiale a denunciare il reato è prevista anche la reclusione fino a 10 anni (articolo 476 del Codice Penale) o pena ridotta (articolo 482 del Codice Penale).
Vedi Anche:  Cos'è la querela: come farla?

Tuttavia sarà sempre il giudice delegato al caso a decidere la sanzione, l’importo del risarcimento e la durata di un’eventuale reclusione.

Chiudi il menu